Fashion Insight è una rubrica di JEME che analizza i futuri trend della moda a partire da interviste fatte ad alcuni fashion blogger. I fashion blogger intervistati sono 11; 7 si rivolgono ad un target femminile, mentre i restanti 4 si rivolgono ad un pubblico maschile. Lo scopo delle interviste era proprio quello di riuscire a comprendere come si stanno evolvendo i trend e quale sarà lo stile prevalente nell’immediato futuro, nonché quali sono i brand preferiti dai “fashion addicted” ed infine su quali siti web prediligono effettuare acquisti; il tutto grazie all’analisi congiunta delle opinioni di tali blogger.
Per quanto riguarda i trend emergenti i pareri sono tra loro molto omogenei, i due stili che prevarranno nella prossima stagione (secondo molti blogger, 7/11) saranno il vintage anni ’60/’70 – che riprende molto dai festival musicali di questo periodo – e lo stile floreale.
Il vintage anni ’60/’70 viene chiamato anche “Choachella style” – nome che deriva da un famoso festival musicale nato nei primi anni 2000 – oppure “Boho chic” – nome che ricorda da lontano la parola “bohémien”: a partire da questi due nomi possiamo quindi capire facilmente che tale trend riprenderà elementi sia dal vecchio stile hippy sia dall’ancor precedente stile bohémien.
Lo stile floreale viene nominato anch’esso da molti blogger, che lo pensano in associazione ad una sorta di “patchwork-3D style”; ovvero un misto tra un collage sui vestiti di patch ed elementi particolari unito al classico stile floreale. Untitled InfographicAltri trend minori che sono emersi da tali analisi sono sicuramente un ritorno all’underground, al gipsy et similia.
Anche se quindi citati in contesti differenti tutti i blogger concordano su di un comeback di stili metropolitani e poco classici, tendenti all’uso di colori sgargianti ed estivi e – alcuni affermano – con frange, paillettes e altri elementi vicini. La conferma di tale analisi ci è sicuramente arrivata grazie alla successiva “esperienza sul campo”: sono state scattate diverse foto tra Roma e Milano per capire quali fossero i maggiori trend al momento e si è notato sicuramente un ritorno a questo sopracitato stile underground: dal radical chic, al vero e proprio underground, fino al trendy/fashion blogger like style; questi sono sicuramente gli stili che più si stanno espandendo al momento. Molto interessante è sicuramente l’analisi emersa per quanto riguarda i siti web e i brand preferiti dai blogger e anche riguardo questa parte i trend sono molto omogenei, soprattutto in riferimento a nomi conosciuti; in piccola parte i blogger si discostano dai grandi brand quando ci parlano dei loro “marchi emergenti” preferiti. Come ci si può aspettare il brand in assoluto più citato è Zara (9/11), a seguire Cos e H&M; i luxury brand sono stati scarsamente citati in realtà, anche se compaiono nomi del calibro di Prada, Gucci, MSGM, Moschino. Anche per quanto riguarda i siti web, i nomi emersi erano facilmente prevedibili: sulla cima della classifica troviamo Luisaviaroma, Yoox e Asos, mentre seguono Modaoperandi, Mytheresa e Netaporter.

In conclusione è stato possibile ritrovare omogeneità sia nell’analisi dei trend, che nell’analisi dei brand e dell’ecommerce; nelle infografiche allegate troverete in modo più dettagliato tutte le informazioni emerse in questo lavoro, compresi i nomi e gli stili poco citati.

Related Projects
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search